Rho-Monza, sì ai lavori contro il caos

Viabilità al collasso nelle frazioni di Bollate. Pronti gli interventi tampone

Bollate (Milano), 30 maggio 2019 – Tutti gli occhi sono puntati sulla viabilità al collasso intorno a Milano. Pubblicata a Bollate la delibera della giunta Vassallo, primo passo verso gli interventi tampone ai cantieri della Sp46 Rho-Monza che serviranno a liberare (in parte) dal traffico le due frazioni di Bollate soffocate dagli ingorghi. Stessa fotografia a Paderno Dugnano, dove si attende il ballottaggio prima di procedere con la delibera gemella. Mentre ieri mattina a Novate Milanese è andato in scena il quarto blitz di Legambiente sulla mobilità dell’area Nord Milanese, dopo i blitz contro smog, traffico e opere incompiute andati in scena a Cormano a marzo, Bollate ad aprile e Paderno Dugnano a inizio maggio.

La storia è nota: sono in ritardo di nove mesi i lavori per la riqualificazione della Sp46 Rho-Monza a seguito del fallimento di una delle imprese: le ricadute le pagano in code chilometriche e ingorghi ogni giorno, da ottobre scorso, i residenti dei Comuni che gravitano sulle direttrici dell’opera viabilistica. “Noi abbiamo fatto la nostra parte”, dice il sindaco Francesco Vassallo a margine della delibera di giunta, risultato dei diversi incontri degli ultimi mesi richiesti da Bollate e Paderno a Regione Lombardia. “E siamo disposti a fare tutto quello che si può per cercare di migliorare la situazione – aggiunge il sindaco -, ora dobbiamo aspettare le risposte da parte di Serravalle, il prossimo incontro in Regione è fissato per il 7 giugno”. Nell’attesa Vassallo incontra i cittadini lunedì (alle 20.30 al cinema Don Bosco di Cascina del Sole) per fare il punto sui temi della viabilità e dei lavori in corso a Bollate.

Nel documento, la giunta bollatese promuove in tempi brevi l’attuazione dell’intervento provvisorio che prevede:l’innesto a “T” sulla Comasina (a Paderno Dugnano) in prossimità della futura rotatoria, comprensiva della realizzazione di corsie per la svolta a sinistra; la realizzazione anticipata della rampa di immissione sulla Rho-Monza (a Bollate) per i veicoli provenienti da via Kennedy e diretti verso Ovest, con innesto provvisorio sulla Sp46 (quest’ultimo sarà dismesso alla ripresa dei lavori dell’asse principale, con la chiusura della rampa). Dal via libera di Serravalle, tempo tre mesi per la realizzazione delle opere. Le “toppe viabilistiche” peseranno temporaneamente per la gestione sulle casse di Bollate e Paderno, a nuova Rho-Monza realizzata le manutenzioni saranno trasferite alla Città Metropolitana.